Agricoltura sostenibile e smart farming

image

Tecnico superiore in Agricoltura Sostenibile e Smart Farming

Tecnico superiore per la trasformazione e lo sviluppo dei prodotti agroalimentari tradizionali e innovativi con specializzazione nelle applicazioni dello Smart Farming, Agricoltura 4.0 e Agricoltura sostenibile

La figura professionale opera nella filiera agroalimentare ed è in grado di gestire e sovrintendere i processi di produzione del settore agricolo lungo l’intera filiera produttiva ad esso associata e/o connessa, per tutti quegli aspetti ove si richiede conoscenza della normativa di base (regolamentazione territoriale, sanitaria e ambientale), degli strumenti programmatici di sostegno, delle tecnologie e delle prassi applicabili per la produzione e la trasformazione.

In particolare, saranno approfonditi nel percorso, con taglio tecnico operativo, gli aspetti agronomici e di coltivazione, nonché le nuove prassi e l’impiego di nuove tecnologie evolute per la competitività e la sostenibilità delle produzioni agricole e agroindustriali (PF, smart agricolture, applicazioni IOT, ecc.) e gli aspetti tecnici e gestionali riferiti alle filiere tipiche e ad alto valore aggiunto della Regione Umbria quali ad esempio Vite ed Olivo comprese anche quelle di recente incentivazione come la Filiera del Nocciolo e del Tartufo

La figura sarà in grado di sovrintendere i processi di produzione e trasformazione dei prodotti del territorio, nel rispetto degli agroecosistemi, della sostenibilità e del Made in Italy, attraverso i nuovi strumenti di agricoltura 4.0 operando secondo le politiche di settore e gli strumenti di pianificazione territoriale e di regolamentazione ambientale (dal PUT al PRG, passando dalle zonizzazioni di carattere ambientale, come le aree vulnerabili, ai nitrati di origine agricola e quelle di interesse naturalistico) e di programmazione finanziaria a supporto dell’attività agricola e agroindustriale (Piano Strategico nazionale e il Complemento di Sviluppo Rurale della Regione Umbria).

 

Competenze acquisite
  • Sostenere la trasformazione digitale agroalimentare, con l’ausilio anche delle nuove tecnologie proprie di Impresa 4.0 e con riferimento, ad esempio, a sistemi a guida autonoma, sistemi automatici la gestione di analisi in campo, il prelievo di campioni, la raccolta dei dati in campo, l’utilizzo di macchine a dosaggio variabile
  • Impiegare le capacità tecnico-operative acquisite sugli aspetti agronomici e di coltivazione, nonché avere conoscenze relative alle nuove prassi e alle tecnologie evolute per la coltivazione (PF, smart agricolture, applicazioni IOT);
  • Applicare le conoscenze di base relative ai processi di trasformazione per rafforzare le competenze puramente agronomiche, nell’ottica della total-quality, in relazione all’ottenimento del prodotto finale;
  • Applicare le capacità di ordine tecnico in relazione allo stoccaggio, condizionamento e trasformazione dei prodotti agricoli;
  • Sviluppare una competenza agronomica corredata alle fasi di trasformazione e controllo dei prodotti agricoli;
  • Utilizzare i principali strumenti informatici e statistici funzionali alla gestione organizzativa aziendale e all’attuazione di modelli innovativi di gestione (precision farming, DSS – Decision Support System);
  • Spaziare dalla sensoristica, al telerilevamento, ai sistemi informativi Gis, analisi di dati spaziali e temporali, meccatronica agricola, fino ad aspetti riguardanti le tecniche agronomiche di precisione (semina, fertilizzazione, irrigazione, raccolta e mappatura delle produzioni);
  • Utilizzare tecnologie di precisione e di gestione di dati e informazioni, che permettano di garantire la produttività delle colture e di migliorare le proprietà funzionali degli alimenti, così come la competitività delle aziende, riducendo i costi di produzione e limitando l’impatto ambientale;
  • Elaborare in modo autonomo scelte di gestione del suolo e della chioma idonee, finalizzate: a) a ottenere la migliore risposta produttiva, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo; b) a garantire una maggiore efficienza d’uso dei fattori ambientali naturali; c) a una produzione sostenibile e di qualità.
  • Gestire gli apparati tecnologici applicati all’agricoltura per implementare processi produttivi sostenibili dal punto di vista economico e ambientale;
  • Assistere le aziende agricole sull’adozione ed utilizzo in campo di dispositivi tecnologici di ultima generazione, promuovendo la sensoristica applicata (IOT), l’adozione di sistemi di automazione e di software per la gestione delle informazioni e il supporto alle decisioni (applicazioni GIS, DSS, ecc.);
  • Applicare sistemi di Agricoltura 4.0, utilizzare tecnologie innovative e metodi di monitoraggio fisiologico-ambientale, sistemi di guida automatica, georeferenziazione, applicazione di sensori prossimi e remoti per l’elaborazione di indici colturali e macchine operatrici con tecnologia ISOBUS;
  • Utilizzare ed applicare nell’ambito del ciclo produttivo, tecnologie digitali per la tracciabilità delle informazioni e valorizzazione delle filiere.
  • Eseguire e interpretare analisi sulle produzioni e sui prodotti delle filiere agroalimentari;
  • Riconoscere le principali caratteristiche della filiera agraria, agroalimentare, agroindustriale e i principali processi produttivi e di trasformazione e commercializzazione dei prodotti
  • Gestire i processi di produzione e trasformazione nell’ambito di specializzazioni e peculiarità del “Made in Italy”;
  • Gestire i processi produttivi e di trasformazione delle principali filiere dell’agroalimentare umbro (olio, vino, cereali, prodotti ortofrutticoli, tartufo ecc). secondo i principi di eco-compatibilità e sostenibilità tenendo conto delle innovazioni tecniche e tecnologiche disponibili.
  • Applicare sistemi di controllo su prodotti e sui processi di trasformazione per il miglioramento della qualità e della sicurezza alimentare;
  • Applicare le normative comunitarie nazionali e regionali in materia di salvaguardia ambientale, qualità, import ed export aziendale.
Articolazione del percorso

Il percorso formativo avrà una durata biennale (1.800 ore minime tra formazione – anche tramite eventuali modalità telematiche di Formazione a Distanza – e tirocinio) e si svolgerà per più del 50% in laboratori e in azienda, sotto la supervisione di docenti e/o tutor aziendali.

Le lezioni potranno svolgersi dal lunedì al venerdì (orari tipo 9:00-13:00/14:00-18:00) indicativamente con un impegno medio di 30-35 ore settimanali.

In tirocinio si seguirà il normale orario aziendale fino ad un massimo di 40 ore settimanali

La frequenza ai corsi è obbligatoria per l’80% del monte orario.

Perchè scegliere ITS Umbria Academy
  • Perché i programmi didattici e le docenze sono pensati e realizzati dalle stesse imprese che ospitano i tirocini.
  • Perché la formazione di taglio applicativo, realizzata in laboratori tecnologicamente avanzati, è volta a far acquisire elevate competenze tecniche e professionali altamente spendibili nel mondo del lavoro.
  • Perché il sevizio di placement è personalizzato e seguito da tutor dedicati che favoriscono un elevato successo occupazionale.

Agricoltura sostenibile e smart farming








    COME SONO STRUTTURATI I CORSI DI STUDIO

    1

    TITOLO DI ACCESSO

    Diploma di scuola secondaria di secondo grado o diploma IFTS

    2

    DURATA

    1800/2000 ore distribuite in 2 anni di cui 800 di tirocinio aziendale

    3

    METODOLOGIA DIDATTICA

    Metodologia didattica applicativa e laboratoriale.
    Tirocini in Azienda

    4

    TITOLO DI STUDIO CONSEGUITO

    Diploma di Istruzione terziaria  di V livello EQF rilasciato dal Ministero dell’Istruzione