Specialista in gestione delle strutture ricettive
image

Tecnico superiore per la valorizzazione delle risorse culturali, delle produzioni tipiche e della filiera turistica con specializzazione in gestione della struttura ricettiva (Specialista in gestione delle strutture ricettive) ​

Il profilo professionale si inserisce nel settore della filiera turistica con particolare specializzazione nella gestione delle strutture ricettive, e rappresenta una risposta alla importante richiesta proveniente dal tessuto economico di riferimento per innalzare la qualità dei servizi delle imprese turistico – ricettive, fortemente colpite dalla crisi pandemica, con l’obiettivo di accrescerne significativamente la competitività. La figura conosce le tecniche di conduzione di ogni reparto operativo e può intervenire nel singolo settore per migliorarne l’efficienza. Gestisce, coordinando e supervisionando, le attività dei diversi reparti: dal ricevimento, al servizio di Housekeeping, dall’amministrazione, alla portineria, all’ufficio Prenotazioni (Room Division) e tutte le attività legate alla ristorazione (Food & Beverage). Di notevole interesse sono anche le competenze in materia di gestione delle sale di ristorazione, degli alberghi o del ristorante dove presta la sua attività. Il profilo può ricoprire anche il ruolo di responsabile del servizio banchetti, riunioni ed eventi, in qualità di promotore e di fornitore del servizio stesso. Conosce e sa operare anche nella costituzione, nel controllo e nella gestione del budget destinato ai vari reparti, con la definizione dei centri di costo e voci di spesa. Cura il monitoraggio dei risultati economici, l’interpretazione degli scostamenti e la redazione dei report di gestione per la Direzione. Conosce il sistema turistico e il contesto nel quale opera, così come il territorio e le specificità dei prodotti turistici che lo caratterizzano (Brand Made in Italy e Brand Umbria). Ha competenze linguistiche, in particolare la lingua inglese e utilizza correttamente la microlingua di settore. Ha competenze comunicative ed organizzative (leadership e problem solving) e sa analizzare i trend attuali e futuri del mercato turistico e della concorrenza, in un’ottica di fidelizzazione del cliente.