CIRCULAR ECONOMY ACADEMY

Tecnico superiore per la ricerca e lo sviluppo di prodotti e processi a base biotecnologica – con specializzazione in materiali e processi industriali per la sostenibilità ambientale
image

Profilo professionale

La programmazione didattica dell’area Biotecnologie per il biennio 2021-23 sarà
implementata e modificata alla luce dei nuovi fabbisogni formativi individuati e segnalati
dalle aziende. Nello specifico le aziende del territorio evidenziano un forte cambiamento in
chiave sostenibile che sono chiamate a compiere in tempi molto rapidi. Il passaggio da
un’economia tradizionale, che non prevede la gestione e il riutilizzo dello scarto,
ad un’economia circolare, capace di ridurre drasticamente l’impatto sull’ambiente, è di fatto
improrogabile. Le iniziative politiche europee ed italiane degli ultimi anni a partire dal Green
Deal europeo, che hanno come obiettivo generale quello di raggiungere la neutralità
climatica in Europa entro il 2050, il Decreto Legislativo 116/2020 sui rifiuti industriali, che
attua due delle quattro direttive europee contenute nel Pacchetto Economia Circolare e
ultimo, ma non meno importante, il Recovery Plan Italia segnano un importante
cambiamento da parte del mondo produttivo verso la Rivoluzione verde e sottolineano
l’importanza di realizzare progetti di economia circolare per la riconversione dei processi
industriali e nuovi materiali a basso impatto ambientale. In considerazione di ciò e nell’ottica
di fornire agli studenti nuove opportunità di occupazione, si propone di formare la figura
in oggetto. Il profilo sarà in grado di comprendere i fabbisogni delle realtà produttive
pubbliche e private e partecipare all’individuazione delle linee di sviluppo futuro attraverso
la definizione, l’attuazione e l’implementazione di un sistema di gestione integrato basato
sulla sostenibilità ambientale, sull’economia circolare e sull’innovazione. Il Tecnico sarà in
grado di supportare l’azienda nella valutazione della sostenibilità di processi e prodotti,
attraverso lo studio di materiali, sistemi, tecnologie innovative e delle prestazioni energetiche.
Sarà in grado di riconoscere e utilizzare materiali innovativi da utilizzare, valutare le prestazioni
energetiche complessive del sistema, effettuare analisi LCA, sviluppare il ciclo di vita di un
prodotto. Di seguito si riportano le aree strategiche aziendali di intervento:
– ottimizzazione dell’uso di materie prime: ossia favorire l’uso di materie prime rinnovabili,
materie prime a più basso contenuto energetico, materie prime seconde riciclabili;
– ottimizzazione delle tecniche di produzione: tramite utilizzo di tecniche alternative di produzione, che prediligano consumi energetici più bassi, riduzione nella produzione di rifiuti; supporto alla progettazione di sistemi di trattamento degli inquinanti; – ottimizzazione della distribuzione: tramite un minor impiego di imballaggi e packaging, packaging riutilizzabile e un uso più efficiente dell’energia anche nel settore della logistica.