SVILUPPO DI TECNOLOGIE DIGITALI E SISTEMI IT

SVILUPPO DI TECNOLOGIE DIGITALI E SISTEMI IT

È una figura specializzata che svolge un ruolo determinante nel settore ICT. Le imprese operanti in questo settore progettano e sviluppano soluzioni e servizi digitali per il cittadino, la pubblica amministrazione e le imprese, quindi con un ruolo sempre più centrale nella società. Il commercio elettronico, i social network, l’intrattenimento online sono solo alcuni esempi di settori digitali il cui sviluppo è in forte espansione. In questo contesto, la figura è in grado di progettare e sviluppare sistemi di elaborazione dei dati, avvalendosi di metodi di data mining come il machine learning per estrarre conoscenza dai dati, utilizzando piattaforme per il processamento di Big Data provenienti ad esempio da reti di oggetti (IoT), sfruttando infrastrutture di cloud computing per garantire scalabilità e disponibilità a processi e servizi, adottando le migliori pratiche in termini di cybersecurity al fine di proteggere dati sensibili e asset aziendali. Il Tecnico Superiore opera, inoltre, nell’ambito della riprogettazione dell’interazione uomo-macchina, sviluppando applicazioni web e mobile, avvalendosi di interfacce naturali, di realtà aumentata e di realtà virtuale. Opera, inoltre, nel settore dell’amministrazione e dell’integrazione di sistemi, quali ad esempio gli ERP. Tra le competenze digitali più
rilevanti di questa figura rientrano le reti di calcolatori, la sicurezza informatica, le tecniche di programmazione ad oggetti, la progettazione del software, la progettazione e l’interrogazione di basi di dati relazionali, la programmazione per il web e per i dispositivi mobile, le piattaforme di calcolo distribuito. Tra le competenze applicative più avanzate ricordiamo la modellazione 3D, la scansione 3D ed il reverse engineering, la prototipazione tramite additive manufacturing, la programmazione e gestione di robot industriali, ma anche lo sviluppo di applicazioni per il gaming per la realizzazione di Hyper Casual Games. Il profilo acquisisce anche competenze di Business Intelligence (BI), ossia di quelle tecnologie e applicazioni destinate alla raccolta, integrazione e analisi dei dati riferite alla cosiddetta Business Information. Questa figura completa il suo know how tramite l’acquisizione e la comprensione d’uso di alcune soft skills per cui è in grado di svolgere un ruolo essenziale nell’innovazione dei processi aziendali contribuendo all’implementazione e all’applicazione di sistemi “lean” o di produzione snella, ispiratori di sistemi organizzativi basati sui temi di “Industria 4.0”.